BREAST UNIT (CHIRURGIA ONCOLOGICA - SENOLOGIA)

Responsabile: Dott. Pietro Gallotti

Reparto
Ambulatorio
Caposala

Meriggi Annalisa

Contatti telefonici

0381.301244/1213

 
  • EQUIPE
  • ATTIVITÀ CLINICA

    La Breast Unit è specializzata nel trattamento del tumore al seno. Dell’equipe fanno parte senologi, oncologi, chirurghi plastici-ricostruttivi, radioterapisti, psicologi e fisioterapisti, professionisti che conferiscono all’unità una struttura interdisciplinare efficace nella cura di ogni aspetto della patologia.


    La struttura dell’unità operativa prevede la presenza di un’equipe dedicata alla diagnosi, una che si occupa degli interventi chirurgici e una terza equipe che si interessa delle terapie successive all’operazione. L’elevato grado di integrazione tra le diverse equipe e professionalità consente di fornire un trattamento completo, ad esempio affrontando nello stesso intervento chirurgico tanto la parte conservativa o demolitiva (l’asportazione del tumore) quanto la parte ricostruttiva.


    L’unità si interessa anche di altri tumori quali quelli della cute ed annessi (melanomi e basaliomi), delle ghiandole salivari, delle parti molli (sarcomi) e del collo.

  • INTERVENTI

    L’unità senologica si occupa di tutta la chirurgia relativa alle neoplasie del seno. Si svolgono interventi di tipo conservativo (quadrantectomia, ovvero asportazione di un quadrante mammario o di una parte della mammella) o demolitivo (mastectomia) a seconda del caso; la ricerca scientifica ha reso possibile il ricorso ad interventi che, assicurando percentuali di sopravvivenza pari a quelle della mastectomia, consentono una migliore riuscita estetica, fattore non secondario nel prevenire ricadute psicologiche negative sui pazienti. A tal proposito, anche nel caso in cui sia necessario il ricorso all’asportazione dell’intera ghiandola mammaria, è possibile ricorrere alla mastectomia nipple-sparing, che consente di preservare areola e capezzolo.


    La biopsia del linfonodo sentinella è eseguita di routine con identificazione del linfonodo mediante blu di metilene (altri centri ricorrono a traccianti diversi) può evitare la linfoadenectomia ascellare ovvero lo svuotamento linfatico del cavo ascellare, mentre la presenza di un’equipe multidisciplinare fa sì che si possa avere quando necessario la ricostruzione immediata del seno nel corso dell’intervento.


    L’unità operativa è in grado di intervenire anche in caso di tumori cutanei, sarcomi delle parti molli, tumori del collo e delle ghiandole salivari nonché di effettuare dissezioni linfonodali e chirurgia della ghiandola parotide.

  • ATTIVITÀ AMBULATORIALE

    L’attività ambulatoriale si articola in quella prettamente senologica ed in quella di chirurgia-oncologica.


    A livello ambulatoriale si effettuano visite specialistiche periodiche con medico senologo per evidenziare l’eventuale presenza di patologie attraverso palpazione, mammografia, ecografia, ago aspirato e tutti gli esami che consentono la diagnosi precoce del tumore della mammella, con la possibilità di avere gli esiti in tempi brevi (anche nell’arco della stessa visita). La diagnosi precoce consente di ricorrere ad interventi conservativi, preservando la mammella, perchè il cancro è individuato all'esordio o comunque in uno stadio iniziale.


    L’unità operativa di senologia collabora con gli ambulatori del reparto di Medicina ed Oncologia (maggiori informazioni) e con il Day Hospital Oncologico (maggiori informazioni) allo scopo di seguire i pazienti affetti da tumore in ogni passaggio, dall’intervento chirurgico alla chemioterapia, alla radioterapia, al sostegno psicologico, alla fase di follow-up e di controllo a medio e lungo termine.

    X